12 luglio 2014

Le idee di successo

Non esiste successo senza perseveranza, senza studio, senza intelligenza, senza indipendenza. E spesso neanche queste qualità bastano.

E non esistono i soldi facili senza sudore, lacrime e sangue. Non montiamoci troppo la testa, e iniziamo a riporre parole come start-up e crowdfunding nel cassetto del "sogno americano proibito".

Non facciamoci troppe illusioni: nella maggior parte dei casi le idee che partoriamo seduti sul cesso, e che riteniamo geniali, sono in realtà quello che a prima vista apparivano: scorregge che hanno preso la direzione giusta ma il verso sbagliato.

Image credits: unknown
Le famose "idee di sulcesso".

Ci luccicano gli occhi di invidia quando sentiamo di quell'idiota che si sta facendo finanziare l'insalata di patate (link a fondo pagina) con 50000 dollari. Saremmo ancora più idioti di lui se non lo pensassimo.
Ma il web non è stupido. Dare un milione di dollari ad un provocatore o ad un ingenuo lo si fa per dare un messaggio e lo si fa una volta sola.

Non avete speranze di ottenere successo e denaro per "emulazione": noi del web abbiamo a disposizione la memoria più efficiente del pianeta, malgrado il ridicolo diritto all'oblio che credete di avere a disposizione per farci scordare che da ragazzini avete spacciato erba e che da pseudo-universitari avete tentato di trascinarci in qualche iniziativa di marketing multilivello con la promessa dei soldi facili.

Non facciamoci troppe illusioni.

  1. Non si fanno soldi né si diventa "influencer" aprendo un blog e parlando delle ultime novità dei telefonini.
  2. Non si diventa authority mettendo il termine "Guru" nella tagline del profilo sul social network.
  3. Non si diventa +Elon Musk cazzeggiando su Twitter.

Se non hai nulla di nuovo da offrire al pianeta, sarai considerato un altro parassita che tenta di spiccare sulla folla usando uno sgabello, e prima o poi qualcuno gli darà una pedata: la gravità farà naturalmente il suo corso. Inesorabile.

Non voglio essere accusato di essere un demotivatore: provarci va bene, ma non arrabbiatevi col mondo. Prendete la sconfitta e l'insuccesso sotto braccio e levatevi dai piedi. Interiorizzate e ricominciate da capo.

Probabilmente avete solo bisogno di un buon progetto, che è qualcosa di più elaborato di una semplice idea, e di una strategia efficiente.

Coinvolgete chi vi può dare una mano, coinvolgete chi abbia il desiderio di essere coinvolto: non dovete convincere, dovete emozionare.

Io faccio così. Non ho idee geniali. O meglio ho diverse idee... ma tutte richiedono tanto denaro, che non ho e che non ho speranze di farmi finanziare dal mondo, e strategie di comunicazione che richiedono costosi specialisti. Ma non si parla di sogni proibiti: sul mio cassetto c'è l'etichetta "Progetti per il futuro".

Links:

L'insalata di patate che ha alzato oltre 50.000 $ su Kickstarter: https://www.kickstarter.com/projects/324283889/potato-salad

Post originale su Google+ http://goo.gl/sYPa3m